NIGLI

Piace tanto, oggigiorno, l'espressione "narrazione tossica" che si usa, spesso e volentieri, per mettere in discussione gli stereotipi legati ai ruoli di genere. Che sia quell'innato istinto alla maternità (o alla responsabilità genitoriale), che sia qualsiasi argomentazione che gravita attorno alle vittime di stupro, che sia la violenza maschile di giganti buoni che salutavano sempre … Leggi tutto NIGLI

Ortopunx

Quella manifestazione di Natura semi-addomesticata formerly known as orto è prima di tutto un esercizio al desiderio. Passi un anno a desiderare cose sbagliate e super sexy come le fragole a dicembre nei supermercati ma ti astieni aspettando che arrivino le tue di fragole. Poi arrivano le fragole, tantissime, buonissime, tutte insieme, troppe. Da non … Leggi tutto Ortopunx

Non dite a mia mamma che io sono Wolverine, Aprile 2017

Don't tell my mom è uno story show ideato da Matteo Caccia che, prima della pandemia, veniva ospitato dal Pinch sui Navigli a Milano, il primo lunedì di ogni mese. Le regole sono semplici: bisogna raccontare qualcosa di vero che non vorresti far sapere a tua madre, deve durare 5 minuti e non vale leggere. … Leggi tutto Non dite a mia mamma che io sono Wolverine, Aprile 2017

DISSAPORE.COM – Chi è più punk?

Chi è più punk? Viaggio icono-gastronomico nella pastasciutta al pomodoro “La via per Berlino” è un racconto di Silvia Ballestra del 1991, che solo un anno più tardi è diventato un romanzo dal titolo “La guerra degli Antò”, da cui poi è stato tratto l’omonimo film del 1999 per la regia di Riccardo Milani. «Verso … Leggi tutto DISSAPORE.COM – Chi è più punk?

DISSAPORE.COM – Personalissimo anatema contro gli ALL YOU CAN EAT

Non si tratta di essere snob. Personalissimo anatema contro i ristoranti All you can eat Mi verrebbe voglia di prendermi a schiaffi da sola per ciò che sto facendo e cioè accostare una meravigliosa pagina di letteratura italiana (tratta da “La Storia” di Elsa Morante), a quello che sto per scrivere, ovvero il mio personalissimo … Leggi tutto DISSAPORE.COM – Personalissimo anatema contro gli ALL YOU CAN EAT

DISSAPORE.COM – Il Seitan fatto in casa come in una barzelletta

Fare il seitan a mano: c’erano una drag queen, un metallaro, uno zombie e un italiano…   Questo post potrebbe iniziare come quelle vecchie barzellette dal respiro europeo con il francese, l’inglese, il tedesco e l’italiano, in cui quest’ultimo se la cava sempre e si distingue in quanto a furbizia, creatività e tendenza a rubacchiare … Leggi tutto DISSAPORE.COM – Il Seitan fatto in casa come in una barzelletta

DISSAPORE.COM – Il tofu che toglie i peccati del mondo

Il tofu che toglie i peccati del mondo: cibo santo e cibo del demonio La dolce Geum-ja ha scontato tredici anni di carcere per aver confessato il rapimento e l’omicidio di un bambino. Durante la detenzione ha aiutato i deboli, ha assistito il prete del carcere, ha punito i violenti e soccorso i malati. Tanto … Leggi tutto DISSAPORE.COM – Il tofu che toglie i peccati del mondo

DISSAPORE.COM – Pizza, low-cost… in Giappone!

Giovane, predisposta al martirio, si avventura nella pizza low cost giapponese Nella mia umile e limitata esperienza di fondatrice e curatrice di un blog in cui si recensiscono prodotti del discount, ho scoperto una cosa. Chiamatela folgorazione, illuminazione, rivelazione… ciò che conta è che nel momento dell’epifania, io mi sono sentita come Santa Teresa nel … Leggi tutto DISSAPORE.COM – Pizza, low-cost… in Giappone!

DISSAPORE.COM – La coprofagia da P.P.Pasolini a Bruce Willis…

La verità è dura da digerire: ma tutti dobbiamo mangiare la nostra dose di… Cosa hanno in comune Pier Paolo Pasolini e Bruce Willis? Tralasciando l’evidenza dell’essere appartenenti alla medesima specie e al medesimo genere (uomo – maschio), sono stati entrambi apostoli di una verità alquanto indigesta e cioè che noi tutti mangiamo merda. In … Leggi tutto DISSAPORE.COM – La coprofagia da P.P.Pasolini a Bruce Willis…

DISSAPORE.COM – Dalla parte di Murray

Il packaging da DDR dei prodotti a marchio e Don DeLillo. Al supermercato ci imbattemmo in Murray Jay Siskind. Nel suo cestino c’erano alimenti e bevande generici, tutti prodotti non di marca, avvolti in involucri comuni, bianchi, dalle etichette semplici. C’era una lattina bianca con la scritta PESCHE IN SCATOLA. C’era una busta bianca di … Leggi tutto DISSAPORE.COM – Dalla parte di Murray

Autoproduzione 2.0 – L’Unità 07/01/2013

Kickstarter non è l'unico. Come lui c'è Indigogo, Fundable, Crowdfunder o GreenUnite, per i progetti legati all'ecologia, oppure Appsfunder, per le applicazioni per smartphone e tablet. In Italia abbiamo Musicraiser, piattaforma specifica per band, etichette, organizzatori di eventi e per tutte quelle figure che ruotano attorno alla scena delle cinque note. Che nella musica, spesso, … Leggi tutto Autoproduzione 2.0 – L’Unità 07/01/2013